La stella di pietra | Marco Buticchi


La stella di pietra Marco Buticchi

“«Egregio rettore, sono convinta che il gruppo del Laocoonte sia uno dei grandi falsi della storia dell’arte. Un falso che ha tutte le caratteristiche di un’opera rinascimentale.»
«Signorina Terracini… riconosco che sia legittimo diritto di chiunque esprimere le proprie ipotesi, ma in questa sede la pregherei di tenere per sé certe illazioni. Mi meraviglia molto che un’affermazione così azzardata provenga da una studentessa con il suo curriculum…»
Sara si rese conto che le cose si stavano mettendo male. Seduto tra i membri della commissione, il professor Caselli, con cui aveva preparato la tesi, scuoteva la testa rassegnato: l’aveva avvertita più volte di non tirare fuori quella storia, specialmente in presenza del rettore…”.

Firenze, 1487. Nella bottega del Ghirlandaio, un giovane Michelangelo Buonarroti sta affinando il suo innato talento. Ma non è solo questa la sua principale caratteristica: oltre ad essere molto invidiato per la sua bravura, è anche un tipo piuttosto scontroso ed irriverente. Queste sue doti e pecche, lo porteranno, negli anni, a guadagnarsi non pochi nemici, così come “normale” abitudine per gli accoliti dei reggenti. Ma quello a cui opera Michelangelo è una burla senza precedenti: realizzare un falso gruppo scultoreo e farlo passare come un originale greco. Va da sé che uno scherzo del genere possa fargli perdere tutto, e quando cercherà di mettere via i bozzetti che potrebbero incriminarlo è troppo tardi: una scia di sangue e morte si è già avviata…

Italia, 1985. È un giorno importante per Sara Terracini, perché oggi si laureerà dopo tanti sacrifici. I suoi studi per la redazione della tesi l’hanno portata ad una conclusione sconcertante, ovvero che il gruppo scultoreo del Laocoonte sia non di produzione classica, ma di uno “scherzo” opera di un famoso artista del rinascimento. La sua è una tesi molto controversa, che rischia seriamente di metterla in cattiva luce, soprattutto dinanzi agli accademici.

Intanto la situazione politica di quegli anni sta mettendo a dura prova l’Italia che trema alla vista della stella a cinque punte.

E se i bozzetti de Michelangelo sul Laocoonte fossero stati usati come “tesoro” per finanziare tremende operazioni di terrorismo? Sara è troppo vicino alla verità per non essere in pericolo, e deve agire più in fretta che può per evitare il peggio.

La stella di pietra è l’ultimo romanzo di Marco Buticchi, che incrocia arte e storia una storia che tiene col fiato sospeso fino all’ultima pagina.

(fonte foto: switch-magazine.net)

Source: Top Libri